In Cantina

Ancora oggi ci domandiamo se sia stata una scelta giusta quella di adottare una carta dei vini esclusiva del territorio.in cantina2
Magari abbiamo sbagliato, ma senza rammarichi: noi amiamo il territorio in cui viviamo quindi vogliamo anche “farlo bere”.
Anche perché nel Monferrato Casalese ci sono fior di produttori (presso il ristorante ha sede la Compagnia dei Vignaioli del Monferrato), e crediamo sia dovere di un ristorante promuovere la zona in cui lavora, offrendo ai propri clienti l’occasione di scoprire sempre nuove aziende vitivinicole.

La nostra Carta dei vini abbonda di Barbere e Grignolini (che vino! questo anarchico in bottiglia), qualche bianco a base cortese e chardonnay ed una Malvasia Greca rara quanto straordinaria.
E poi, diciamocelo con schiettezza, una carta dei vini non è mai statica, ogni giorno si possono scoprire aziende vitivinicole che lavorano bene e di cui sarebbe un delitto non parlarne in carta.

in cantina1